Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Un SEO Copywriter all’interno di una web Agency ha la funzione di scrivere testi ottimizzati per i motori di ricerca. Ma non si possono scordare le persone, per questo ecco 6 punti chiave per scrivere bene.
La scrittura è fondamentale per raggiungere un obiettivo, per guidare il lettore di un testo verso un’azione: la compilazione di un form di contatto, l’iscrizione alla newsletter o un acquisto online. In una parola, per ottenere conversioni. Il lettore ha poco tempo e un attenzione limitata. Avere competenze SEO è fondamentale, ma ci sono altri accorgimenti che un buon copy writer deve saper usare.

SEO Copywriter - Honos Web Agency

6 consigli d’oro per un buon copy

I testi di un sito devono essere SEO friendly, lo abbiamo capito. Devono piacere ai motori di ricerca per comparire nella SERP, ma poi? Come attirano le persone? Ecco 6 consigli per essere più di un buon copy, non solo un seo copywriter:

  1. Unique selling proposition: Individua la tua USP. È il beneficio reale che l’utente può avere scegliendo quel prodotto/servizio, la risposta ai suoi bisogni.
  2. Idee chiare, spiegazioni semplici: Vai al punto, focalizzati su dettagli concreti. L’utente medio ti concederà una manciata di secondi, e tu dovrai fargli capire subito di cosa parli e del perché è nel posto adatto alle sue esigenze.
  3. Modello AIDA: Richiama dapprima l’Attenzione – che c’è poco tempo – risveglia l’Interesse – guadagnando del tempo in più – accendi il Desiderio e porta all’Azione. Aiutati con la headline: se definisci, risvegli e soddisfi un bisogno attraverso le parole e la costruzione semantica della pagina, le conversioni aumenteranno.
  4. Alberatura chiara: la frase deve essere nel posto giusto e condurre attraverso un percorso semplice e intuitivo verso l’obiettivo. Una struttura corretta aiuta una buona scrittura. Le parole che proponi non sono solo annunci a pagamento o post, costituiscono l’intero mondo semantico del prodotto digitale.
  5. Call to action:  Tutte le campagne di web marketing devono terminare con una richiesta chiara e precisa all’utente.  La call to action spinge l’utente a un’azione concreta, su di una Landing Page appositamente costruita. Usa una frase concisa che inviti il lettore a compiere un’azione. Testa soluzioni differenti e monitora i risultati. Uno dei modi per migliorare  l’efficacia è fare dei test mettendo a confronto due pagine di atterraggio diverse. La tecnica, detta “a vs. b”, prevede di usare due Call to Action. La call to action con maggiori conversioni generate è quella con la resa migliore.
  6. Numeri e Liste: Usa liste puntate per definire i confini e dare un’immediata idea di quel che offri. Caratteristiche, processi e servizi di un prodotto devono essere riassunti in un massimo di 5 punti. Usa anche i numeri: statistiche e percentuali sono rassicuranti.

Scrivi seguendo questi consigli, e guarda i risultati!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail